La Pasqua in Egitto

La Pasqua in Egitto

Premi per leggere la storia

Ogni anno gli Egiziani celebrano la Festa di Primavera, in arabo Sham Al Naseem, che è considerata una delle vacanze ufficiali nel paese.  Tutti gli Egiziani, sia musulmani, sia cristiani, celebrano assieme questa festa, che avviene il lunedì di Pasqua. Le origini di questa celerazione risalgono all’era dei faraoni, e precisamente alla tarda dinastia faraonica del 2700 a.C. È perciò una delle feste più antiche della storia. 

I faraoni credevano che questo giorno fosse l’inizio della creazione. La Pasqua era chiamata inizialmente Festa di Shamosh, che significa “resurrezione”, e il nome è cambiato nel corso della storia, diventando “sniff” nell’era copta, essendo collegato al venticello primaverile. La parola “brezza” venne aggiunta dopo, e così la festa prese il nome di Festa della brezza o Festa di primavera.  

Gli Egiziani hanno dei riti speciali per celebrare questa festa: le persone vanno nei parchi a fare un pic-nic, con il cibo tipico di questo giorno, come pesce sotto sale, cipollotti, uova, lattuga e ceci verdi. Queste pietanze vengono associate con la celebrazione dei faraoni, e ogni piatto rappresenta qualcosa di particolare legato alle credenze faraoniche sulla vita e la resurrezione. 

Le uova, a esempio, rappresentano la creazione della vita dall’indolenza. Gli antichi Egizi erano soliti incidere alcune preghiere e auguri per l’anno nuovo e metterli in cesti di foglie di palma da mettere sui balconi o sui rami degli alberi, per ricevere la benedizione della luce divina all’alba: in questo modo le aspirazioni e i sogni scritti si sarebbero realizzati. 

Questa abitudine si è evoluta in un altro rito, secondo il quale i genitori accompagnano i bambini ai giardini con uova da colorare e disegnare. Il pesce, invece, simboleggia il Nilo e si crede che il Fisikh, un tipo di pesce fermentato sotto sale, simboleggia la fertilità dei faraoni. Questo pesce veniva messo nella tomba insieme ai faraoni, che lo avrebbero potuto mangiare una volta tornati in vita.  

Il cipollotto era considerato dagli Egizi un mezzo per allontanare la magia e gli spiriti malvagi. Come per la lattuga, era una pianta sacra, usata per estrarre sieri e farne delle medicine.

Gli Egiziani per Pasqua non solo coloranole uova e mangiano piatti speciali, ma si dedicano o assistono a spettacoli teatrali per celebrare la festa di primavera. É per tutti, quindi, un’occasione per respirare una piacevole e festosa atmosfera. 

Tags: primavera;festa; celebrazione; Antico Egitto; uova; pesce; Fisikh; uova colorate; parchi; giardino; faraoni; folklore; copti; Egitto.

Domanda: La Festa di primavera è anche chiamata: 

  1. Festa di Pasqua
  2. Festa di Shamosh 
  3. Festa di Al Fitr 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *